sabato 2 luglio 2022

Abbiamo comprato l'Illustrazione Vaticana con la traduzione di The Path to Rome di Belloc.

Tempo fa vi diedi notizia (qui e qui) dell'esistenza di una traduzione dell'epico The Path to Rome (La via di Roma) di Hilaire Belloc da parte di don Giuseppe De Luca (e per la verità anche della sorella di questi)*, precedente all'edizione, per me unica nota, uscita per i tipi della Cantagalli. La traduzione era del 1935 e uscì sulla rivista illustrata L'Illustrazione Vaticana.

Ecco, ora siamo riusciti a trovare quell'annata de L'Illustrazione Vaticana e ad acquistarla. Mi fa piacere darvene notizia perché essa entra a far parte della nostra piccola collezione di volumi e riviste inerenti Chesterton e Belloc. Piccola ma che si sta ingrandendo. Essa comprende, sinora, Alcuni numeri de Il Frontespizio, de La Ronda, L'Illustrazione Vaticana e un discreto numero di opere dei due nostri eroi in lingua originale, alcune delle quali in prima edizione.

Appena riusciremo ad abbozzare un minimo di catalogazione ve ne daremo notizia. Speriamo di trovare altre cose così belle. Nei prossimi giorni vorrei mostrarvi qualche foto della rivista ultima arrivata, tra l'altro in condizioni buone.

Marco Sermarini



Un'edizione di The Path to Rome.

* "Se avete in vista qualcosa dall'inglese e che non sia roba con la barba («di pensiero»), tienmi presente: faccio lavorare mia sorella. La versione del Belloc sull'Illustrazione Vaticana è sua (soltanto riveduta da me, ad verbum: porta la mia firma). Non mi far torto, dunque" (lettera di Giuseppe De Luca a Fausto Minelli, febbraio 1935, in Giuseppe De Luca, Fausto Minelli, Carteggio, volume 2, Edizioni di Storia e Letteratura).

Sì, Chesterton anche in Turchia. Mardin Life parla di Chesterton...

G. K. Chesterton kimdir? G. K. Chesterton kitapları ve sözleri

İngiliz yazar, filozof, ilahiyatçı, edebiyat ve sanat eleştirmeni G. K. Chesterton hayatı araştırılıyor. Peki G. K. Chesterton kimdir? G. K. Chesterton aslen nerelidir? G. K. Chesterton ne zaman, nerede doğdu? G. K. Chesterton hayatta mı? İşte G. K. Chesterton hayatı... G. K. Chesterton yaşıyor mu? G. K. Chesterton ne zaman, nerede öldü?

(traduzione: Chi è G. K. Chesterton? G. K. Chesterton libri e citazioni - La vita dello scrittore, filosofo, teologo, critico letterario e d'arte inglese - G. K. Chesterton è oggetto di ricerca. Chi è G. K. Chesterton? Di dove è originario G. K. Chesterton? Quando e dove è nato G. K. Chesterton? G. K. Chesterton è vivo? Ecco la vita di G. K. Chesterton... G. K. Chesterton è vivo? Quando e dove è morto G. K. Chesterton?).

Si tratta di un profilo biobibliografico sul Nostro, è in lingua turca e parla anche della sua conversione al cattolicesimo. Per chi vuole leggere, basta usare il traduttore Deepl e tutto risulta ben comprensibile.

Il resto dell'articolo è qui sotto:

https://www.mardinlife.com/g-k-chesterton-kimdir-g-k-chesterton-kitaplari-ve-sozleri.html


Per la cronaca, Mardin è una città che sorge lungo il confine turco - siriano ed è la sede di monumenti bellissimi di origine cristiana. Purtroppo fu la sede di uno dei più grandi massacri perpetrati durante le persecuzioni degli armeni e degli assiri verso il 1915. Questo deve essere ricordato.


mercoledì 29 giugno 2022

Robert Louis Stevenson – L’avventura nel cuore, di Paolo Gulisano - Recensione di Domenico Volterra su Mangialibri.

Il nostro vicepresidente Paolo Gulisano ha di recente pubblicato un libro su Stevenson che, come sapete, era uno degli autori preferiti di Chesterton. Scrissi qualcosa a proposito del libro di Chesterton su Stevenson qualche anno fa: https://uomovivo.blogspot.com/2012/06/rubbettino-pubblica-lo-stevenson-e-noi.html (in realtà di anni ne sono passati dieci... mamma mia). 

A me piace moltissimo, quel libro. Sono contento che Paolo abbia deciso di dedicarsi a Stevenson, che è così importante per Chesterton, per la sua stessa vita. Ricorderete di certo che lo annoverò, in una famosa lettera a Bentley a cui accenno in questo post sugli anni giovanili di Chesterton (https://uomovivo.blogspot.com/2012/02/alcune-notizie-sugli-anni-giovanili.html) tra le letture che lo salvarono.

La recensione rende omaggio al nostro Chesterton, e Paolo è Paolo...

Marco Sermarini

__________________________

In un saggio risalente ai primi anni del Novecento, Gilbert Keith Chesterton scriveva che nello scenario culturale dell’epoca si avvertiva la mancanza di una Letteratura della gioia, ovvero di una Letteratura che non solo badasse a trasmettere le angosce dell’uomo moderno, ma anche quella positività che è parte dell’esperienza umana e che può aiutare a essere felici. Secondo Chesterton, dunque, un autore esemplare da questo punto di vista era Robert Louis Stevenson, la cui intera opera potrebbe essere letta come una difesa della possibilità di essere felici e una risposta alla domanda di felicità dell’uomo, che può essere assolta solo ritornando piccoli e capaci di provare stupore...

Il resto qui:

 https://www.mangialibri.com/robert-louis-stevenson-lavventura-nel-cuore

Robert Louis Stevenson. L'avventura nel cuore - Paolo Gulisano - copertina


Il G.K. Chesterton Institute for Faith & Culture annuncia la pubblicazione del volume 48, numeri 1 & 2, Spring/Summer 2022 della Chesterton Review.

C'è anche un articolo dell'italiana Maria Covino.



 

martedì 28 giugno 2022

Riproposizioni - Un aforisma di gigante respiro filosofico e teologico al giorno.

Questo senso di immensa gratitudine e di sublime dipendenza (di San Francesco, ndr) non era un aforisma né un sentimento; il punto è che questa era la vera roccaforte della realtà.


Gilbert Keith Chesterton, San Francesco d'Assisi.

domenica 26 giugno 2022

Riproposizioni - Un aforisma felice al giorno.

La felicità è uno stato dell'anima; uno stato nel quale le nostre nature sono piene del vino di un'antica giovinezza, in cui i banchetti durano per sempre, e le strade portano dovunque, dove le cose sono sotto l'esuberante imperio della fede, della speranza e della carità.


Gilbert Keith Chesterton, Dickens, 1903

sabato 25 giugno 2022

Yeats inserì due poesie di Chesterton nel suo The Oxford Book Of Modern Verse 1892-1935.

Ho scoperto solo oggi che William Butler Yeats, premio Nobel 1923 per la letteratura, poeta e irredentista irlandese, inserì due tra le più note poesie di Chesterton nell'antologia intitolata The Oxford Book Of Modern Verse 1892 - 1935.

Le poesie di Chesterton sono The Rolling English Road e Lepanto, rispettivamente la n° 150 e la n° 151 dell'elenco.

Le potete trovare nel collegamento qui sotto, con tutto il resto del libro:

https://archive.org/details/in.ernet.dli.2015.459263/page/n207/mode/2up

Chesterton è in compagnia di amici come Hilaire Belloc (che compare con Tarantella) e Walter De La Mare (fu lui l'estensore del ricordino funebre di Chesterton e della sua definizione di Chesterton come Knight of the Holy Ghost), e di molti altri tra cui spiccano nomi come quello di Thomas Hardy e W.H. Auden, Rudyard Kipling e D.H. Lawrence, Thomas S. Eliot, Oscar Wilde, Tagore, James Joyce, Shri Purohit Swami e Ezra Pound, come pure altri meno noti.

I conoscitori sanno che Chesterton dedicò una parte intinta di ironia della propria Autobiografia proprio al Bardo irlandese. Yeats abitò parte della sua vita, prima di tornare in Irlanda, proprio in quella Bedford Park di Londra dove Chesterton incontrò (e cadde ferito al cuore!) la propria futura moglie Frances Blogg e dove ambientò L'Uomo che fu Giovedì.

Marco Sermarini

Yeats nel 1903


venerdì 24 giugno 2022

giovedì 23 giugno 2022

La no beatificación de Chesterton | MiCiudadReal.es

Jesús Millán Muñoz.- En el año 2019 quedó paralizada a nivel diocesano, la causa de beatificación de Gilbert Keith Chesterton (1874-1936), ya que el obispo Peter Doyle así lo ha considerado. 

Después de varios años de estudios e investigación encargados y llevado a cabo por el sacerdote John Udris, el obispo Peter Doyle, que es el encargado oficialmente, de abrir la causa de beatificación ha considerado que existen tres tipos de razones y causas, que son suficientes, para que por el momento, quede en suspensión dicha causa. 

Il resto qui sotto:

https://www.miciudadreal.es/2022/06/09/la-no-beatificacion-de-chesterton/



Los podcast de Villena - Chesterton: El paradójico

La poesía se tiene, desde antiguo, como la madre y el origen de la literatura. La poesía procede o se une al canto (inicialmente a las canciones populares) y esos textos festivos o los que narraban, con ritmo, batallas y aventuras, están en el origen de la literatura. Mi pretensión en este podcast es hacer un recorrido ameno por la poesía y sus grandes y mejores nombres. Se puede en algún momento ir al origen (los poetas arcaicos griegos) pero preferimos empezar por la poesía contemporánea -los dos últimos siglos- en la seguridad de que es más cercana al lector. Y se trata de propiciar esa cercanía. Por poner casos al azar, Bécquer o Whitman Borges, son poetas en los el lector se puede reconocer y aprender con placer, entre muchos. A eso vamos.

Il resto, incluso il podcast, qui di seguito:

https://www.rtve.es/play/audios/los-podcast-de-villena/chesterton-paradojico/6538537/


Gilbert Keith Chesterton: Obrana nonsensu | Vltava

Neotřelý pohled na paradoxy života a laskavý smysl pro humor. I to jsou důvody, proč Gilbert Keith Chesterton stále patří k nejcitovanějším autorům světa. Jeho esej z výboru Ohromné maličkosti čte Stanislav Oubram. Poslouchejte on-line po dobu jednoho týdne po odvysílání.

Il resto nel collegamento qui sotto:

Chesterton Is Right About What’s Wrong With the World | il nostro amico Kevin Turley sul National Catholic Register.

Sophia Institute Press has just republished a book with a title that is as perennial as it is thought-provoking: What's Wrong With the World by G.K. Chesterton. 

Essentially a book of political philosophy, Chesterton lampoons, with forensic wit, what were then faddish ideas in Edwardian Britain. His four targets are: large corporations, even bigger governments, feminism and education. These and the then thinking underpinning them are the public "wrongs" he identifies, alongside an overarching one, namely, man's fallen human nature. 

Il resto in questo collegamento:

G.K. Chesterton and the pandemic | Kittie Helmick | The Critic Magazine

G
 .K. Chesterton may have been the greatest writer to rely upon paradox almost exclusively in his cultural and political analysis. He had a singular gift for drawing contradiction out of controversy, like a white rabbit out of a hat. Dubbed "the prince of paradox", Chesterton found humour in the truth, and truth in humour.

Il resto in questo collegamento: