lunedì 3 ottobre 2022

Un aforisma al giorno.

Quale sarebbe il merito dell'oro", disse, "se non brillasse? Perché mai dovremmo apprezzare una sterlina nera o un sole di mezzogiorno nero? Tanto varrebbe usare al suo posto un bottone nero! Non vede che ogni cosa, in questo giardino, sembra un gioiello? E vuole gentilmente dirmi qual è il pregio di un gioiello, se non quello di sembrare un gioiello? Smettiamo, una buona volta, di comprare e di vendere, e cominciamo a guardare! Aprite gli occhi, e vi sveglierete nella Nuova Gerusalemme.

Gilbert Keith Chesterton, Uomovivo.

Joe Grabowski rifà il Cavallo Bianco…

… con gesso della Collina del Cavallo bianco e la famosa carta da pacchi…

domenica 2 ottobre 2022

Oggi visita al Cavallo Bianco!

Ieri abbiamo festeggiato i 100 anni del nostro eroe, Aidan Mackey, il capo indiscusso dei Chestertoniani di tutto il mondo!

Ieri all'oratorio di Oxford abbiamo festeggiato il nostro grande amico ed Mackey che compiva 100 anni. Siamo arrivati dagli Stati Uniti, dall'Italia, dall'Irlanda e da varie parti d'Inghilterra per festeggiare e rendere onore al nostro caro amico!

Un aforisma al giorno.

Si tende a parlare delle istituzioni come se fossero qualcosa di freddo che intralcia la nostra vita. La verità è che, quando gli uomini si sentono spiritualmente elevati e inebriati di libertà e di nobili aspirazioni, devono sempre finire, e lo fanno immancabilmente, per creare delle istituzioni. Quando sono stanchi tendono a precipitare nell'anarchia, ma quando sono allegri e vigorosi promulgano leggi: è inevitabile. Questo è vero per tutte le religioni e per tutte le repubbliche che si sono succedute nella storia, alla stessa maniera in cui è vero il più comune gioco d'azzardo o il più chiassoso gioco campestre. L'uomo non si sente mai libero fino a quando un'istituzione non lo libera, ma la libertà non può esistere fino a quando non viene dichiarata d'autorità.

Gilbert Keith Chesterton, Uomovivo.

sabato 1 ottobre 2022

Chesterton at London Global … 🤔😄😂

Un aforisma al giorno.

 Il forte non può essere coraggioso. Solo il debole può esserlo.

Gilbert Keith Chesterton, Eretici.

Clan Sermarini retaking Notting Hill and conquering Notting Hill.

Siamo in Inghilterra per festeggiare il Giovane Aidan Mackey, non un compleanno qualunque ma il centesimo (!) di un uomo buono e grande, tra l'altro sostenitore della Scuola Libera Chesterton!

Questa è la prova della sosta a 32, Sheffield
Terrace, la casa natale di Gilbert!

L'obiettivo è riconquistare Notting Hill, comunque…

Marco Sermarini

venerdì 30 settembre 2022

Un aforisma al giorno.

L'uomo può essere definito un animale che fa dei dogmi.

Gilbert Keith Chesterton, Eretici.

giovedì 29 settembre 2022

Libreria - Pump Street - membri della Società Chestertoniana Italiana!

Entrate pure! I nostri amici hanno tanti titoli a disposizione per voi e di soci della società hanno lo sconto ulteriore del 5%, basta contattare via e-mail il sito.


https://www.pumpstreet.it/5-libreria

Diario Chesterton Perpetuo - Pump Street

Cari amici, per chi vuole anche quest'anno c'è il Diario Chesterton! Oltre a servire da agenda, il diario ha tantissimi e meravigliosi aforismi per cui può essere un bel regalo per qualche buon amico!

Il diario è perpetuo, quindi non scade mai!

Vedete il collegamento qui sotto e buon divertimento!

https://www.pumpstreet.it/altri-autori/655-diario-scuola-chesterton.html

Un aforisma al giorno.

Il detto "la regola d'oro è che non esistono regole d'oro" può in realtà essere confutato semplicemente rovesciandolo. Il fatto che non esistano regole d'oro è già di per sé una regola d'oro. È anzi molto peggio di una regola d'oro: è una regola ferrea, un ostacolo al primo movimento dell'uomo.

Gilbert Keith Chesterton, Eretici.

mercoledì 28 settembre 2022

Un aforisma al giorno.

Da fanciullo, Adam Wayne nutriva per le tristi contrade di Notting Hill gli stessi sentimenti che agli antichi ispiravano Atene e Gerusalemme. Conosceva il segreto della passione, quei segreti che fanno sì che vecchi canti nazionali producano un effetto così strano sulle civiltà d'oggi. Sapeva che il vero patriottismo canta i suoi dolori, le sue speranze perdute, molto più che non le vittorie, sapeva che la metà della poesia d'ogni poema nazionale consiste in nomi propri; e, soprattutto, conosceva questo sommo fatto psicologico che domina tutto il patriottismo: egli sapeva che per quel delicato pudore che è proprio di tutti gli innamorati, il patriota, in nessun caso, si gloria della grandezza della patria, ma sempre, necessariamente, si gloria della sua piccolezza. Conosceva tutto ciò, non perché fosse filosofo o uomo di genio, ma perché era un fanciullo.

Gilbert Keith Chesterton, Il Napoleone di Notting Hill.